Ricerca e Sviluppo

Sulla strada verso un futuro rispettoso del clima

Il profondo know-how, l’esperienza pluriennale e la passione necessaria per conciliare l’agricoltura e la produzione di energia nel rispetto del clima con soluzioni intelligenti: su questa base abbiamo sviluppato i nostri potenti impianti agrivoltaico.

Nel contempo, in collaborazione con partner del settore scientifico e dello sviluppo, lavoriamo intensamente per migliorare gradualmente le nostre tecnologie, e non solo per quanto riguarda l’efficienza e la praticità dei nostri impianti, ma anche la protezione delle varie specie e la gestione rispettosa dei terreni.

Alcuni dei nostri attuali progetti di Ricerca e Sviluppo sono presentati su questa pagina.

Agri PV

Agrivoltaico e gestione idrica

agri-pv-agri-photovoltaik-

Il progetto di ricerca EIP-Agri in collaborazione con l’Università di scienze applicate di Ostfalia, la cooperativa contadina Lettenbichler, Andreas Barge e Steinicke Haus der Hochlandgewürze GmbH sul tema “Produttività e sostenibilità nell’agricoltura” è iniziato a maggio 2022 e contribuisce a sviluppare ulteriormente modalità di coltivazione concorrenziali. Si tratta in concreto della gestione idrica e del microclima al di sotto di un impianto agro-fotovoltaico.

In quest’ambito si confrontano e si ottimizzano i metodi di gestione idrica e per circuiti idrici sostenibili, in modo da creare le premesse per ridurre al minimo il consumo di acqua anche durante i periodi di siccità. Grazie alla protezione fisica e all’ombreggiatura parziale delle superfici coltivate da parte dell’impianto agrivoltaico, come pure con l’ausilio di una rete completa di sensori, si vuole consentire un’irrigazione a seconda dell’effettivo fabbisogno diminuendo inoltre l’erosione e riducendo al minimo il dilavamento del terreno, ricco di sostanze nutritive, nelle acque adiacenti. Un tema di scottante attualità a fronte del progressivo cambiamento climatico!

„Qui l’Europa investe nelle zone rurali con il Partenariato europeo per l’innovazione (EIP). Con questo provvedimento si intende sostenere la collaborazione tra agricoltura, settore agroalimentare e scienza con l’obiettivo di effettuare progetti che portano all’innovazione e al rafforzamento della concorrenzialità nell’agricoltura“.

Agri PV
Agri PV
Agri PV
Agri PV

Agrivoltaico e robotica Uno sfruttamento rispettoso dei terreni con l’ausilio dell’automazione

Agri PV

Nell’ultimo decennio l’agricoltura ha visto una crescita costante della resa, ottenuta in maniera determinante con fertilizzanti, colture e l’impiego di fitofarmaci. A livello sociale tuttavia, la risultante perdita della biodiversità e la compromissione dell’ambiente non vengono ormai più accettati.

La politica reagisce a questa nuova situazione riducendo costantemente o vietando del tutto l’impiego dei pesticidi. Per questo sono urgentemente necessarie alternative alla classica protezione delle piante. L’eliminazione meccanica o manuale delle piante infestanti, adottate nell’agricoltura biologica, potrebbe essere un’alternativa idonea, ma è connessa ad un maggiore dispendio di tempo e di lavoro. Così facendo crescono i costi di produzione e si riduce la concorrenzialità.

La soluzione è una gestione specifica delle superfici con l’ausilio di tecnologie di processo digitali – la cosiddetta agricoltura di precisione, con la quale si rilevano e si elaborano digitalmente, con l’ausilio di sensori, specifici dati ambientali e colturali. In questo modo è possibile rilevare e salvare ad esempio i dati sulla concentrazione delle sostanze nutritive e sul tenore di acqua nel terreno, ma anche sulle malattie e sui parassiti delle piante, come pure sulla presenza delle infestanti con informazioni georeferenziate.

L’obiettivo della ricerca nel settore della robotica presso AgroSolar Europe è lo sviluppo e l’implementazione di tool di automazione e macchine che siano in grado, grazie a sistemi di riconoscimento assistiti dall’intelligenza artificiale, di riconoscere le infestanti e di eliminarle meccanicamente in modo efficiente. A questo proposito, la sovrastruttura degli impianti agrivoltaico di AgroSolar Europe garantisce le migliori premesse creando i presupposti per una gestione dei terreni mirata, efficiente e a seconda dell’effettivo fabbisogno – senza prodotti chimici!

Agrivoltaico e ricerca relativa allo sviluppo dell’humus L’agricoltura non esiste senza terreni fertili

Nel nostro Centro di sviluppo di Trins (Austria) studiamo costantemente come ottenere e mantenere i terreni sani a lungo termine. In questo senso gli impianti agro-fotovoltaici hanno un ruolo centrale. „Il terreno è il bene più importante di un agricoltore – se il terreno è sano, anche le piante sono sane, e se le piante sono sane, lo sono anche gli animali“, afferma al proposito Franz Hilber, agricoltore e socio di AgroSolar Europe.

La problematica è sufficientemente nota: un’agricoltura troppo intensiva o gestita in modo scorretto consuma lo strato superficiale del terreno, ovvero l’humus. L’humus è la parte di terreno leggera e di colore marrone scuro che si forma quando lombrichi, filarie, funghi e batteri degradano i resti di piante e animali. L’humus è composto per più del 50% da carbonio. Nei terreni viene accumulata complessivamente quattro volte la quantità di CO2 presente in atmosfera.

Se l’humus viene distrutto, il terreno perde umidità, facendo fuoriuscire grandi quantità di gas serra e contribuendo così alla progressione del cambiamento climatico. Con la nostra ricerca complementare sugli impianti agrivoltaico sviluppiamo quindi un processo che arresta e addirittura inverte questa tendenza, favorendo così nuovamente lo sviluppo mirato di humus, a beneficio non solo del clima, ma anche degli agricoltori che gestiscono gli impianti agrivoltaico, in quanto, grazie al commercio dei relativi certificati, possono generare ulteriore reddito.

Agri-PV Forschung Photovoltaik Humusforschung 020 für Agri PV

Agrivoltaico e tutela delle specie Nuovo habitat e biodiversità

La tutela delle specie e la biodiversità hanno un ruolo importante nello sviluppo delle energie rinnovabili. Per quanto riguarda gli impianti agrivoltaico, si pone ad esempio la questione sui loro possibili effetti sul mondo degli uccelli nel paesaggio agricolo. Occorre limitare l’attrattività delle superfici utilizzate per la cova e la ricerca di cibo, o addirittura favorirla? E quali sfide emergono potenzialmente in questo contesto per le aziende agricole?

Insieme ai nostri partner dell’Università effettuiamo studi scientifici sui nostri impianti per acquisire conoscenze fondate su questo argomento.

A questo proposito si effettuano analisi su:

  • Agro Ring
    gli effetti che hanno gli impianti agrivoltaico sugli uccelli in habitat agricolo.
  • Agro Ring
    il grado di influenza degli impianti agrivoltaico sull’attrattività delle superfici per gli uccelli in habitat agricolo, e come tutto questo varia nel corso dell’anno.
  • Agro Ring
    gli effetti dell’utilizzo dei terreni da parte degli uccelli sulle colture agricole.
Agri PV
Agri PV